Materiali per l'edilizia

espandiMateriali per l'edilizia

Codice identificativo insegnamento: 099549
Programma sintetico: Chimica Il corso si pone due obiettivi principali: in primo luogo, fornire l'impostazione metodologica e i concetti di base per studiare le trasformazioni della materia (struttura atomica e molecolare, aspetti termodinamici delle reazioni chimiche); in secondo luogo, applicare le suddette nozioni allo studio dei processi fondamentali che sono alla base di tali trasformazioni (diagrammi di stato, equilibrio chimico, acidi e basi, processi elettrochimici). Le conoscenze acquisite sono preliminari per il modulo di 'Struttura, proprietà e applicazioni dei materiali'. Nel dettaglio, il corso si articola nelle seguenti unità didattiche: 1. Teoria atomica della materia; 2. Meccanica quantistica e struttura atomica; 3. Struttura elettronica e sistema periodico degli elementi; 4. Legame chimico 5. Stati di aggregazione della materia 6. Equilibrio chimico 7. Reazioni chimiche in soluzione acquosa 8. Termodinamica chimica 9. Elettrochimica La valutazione del profitto dello studente è data dalla media ponderata delle valutazioni conseguite nei due singoli moduli. L'esame di ciascun modulo consiste di una prova scritta (esercizi e domande), seguita da una eventuale prova orale facoltativa, su richiesta dello studente. Struttura, proprietà e applicazioni dei materiali Il corso si pone l'obiettivo di fornire le conoscenze di base per un corretto uso dei materiali nell'ingegneria edile. Partendo da essenziali richiami alla struttura e alle proprietà delle varie classi di materiali, fornisce gli strumenti per una scelta razionale in termini di proprietà meccaniche, fisiche e di durabilità. Nel dettaglio, il programma del corso comprende i seguenti argomenti. 1. Introduzione ai materiali. Principali materiali di interesse per l'ingegnere edile. Classificazione. 2. Comportamento meccanico. Comportamento elastico; snervamento; rottura duttile e fragile; tenacità; ruolo dei difetti. Prove di trazione, compressione, flessione, durezza, fatica, resilienza. 3. Altre proprietà. Proprietà termiche, elettriche e acustiche. 4. Materiali metallici (acciai da costruzione, acciai per armature per c.a. e c.a.p., acciai inossidabili, ghise, rame, alluminio e loro leghe). Cenni alle tecnologie di produzione, lavorazione e finitura. Corrosione dei metalli; passività; forme di corrosione. Corrosione e protezione di strutture metalliche esposte all'atmosfera. 5. Materiali leganti. Cemento portland. Classificazione dei cementi, tipi di cemento, cementi speciali. Calce e gesso. 6. Calcestruzzo e c.a. Aggregati. Additivi per calcestruzzo. Calcestruzzo fresco. Calcestruzzo indurito. Proporzionamento delle miscele cementizie (mix design) in funzione dei requisiti di resistenza, durabilità e lavorabilità. Cenni ai calcestruzzi speciali (HPC, SCC, leggeri). Degrado del calcestruzzo. Corrosione delle armature nel calcestruzzo e prevenzione. 7. Legno. 8. Ceramici e vetri. 10. Polimeri.. La valutazione del profitto dello studente è data dalla media ponderata delle valutazioni conseguite nei due singoli moduli. L'esame di ciascun modulo consiste di una prova scritta (esercizi e domande), seguita da una eventuale prova orale facoltativa, su richiesta dello studente.